Notizie‎ > ‎

Fotovoltaico: perché dovrei installare un impianto fotovoltaico?

pubblicato 25 ott 2011, 03:13 da Sončna Elektrarna Fotovoltaika   [ aggiornato in data 25 ott 2011, 03:20 ]
Perché dovrei installare i pannelli fotovoltaici sul tetto di casa? Questa è la domanda più diffusa degli ultimi anni. Proviamo a dare una nostra personale risposta. Negli ultimi anni la sensibilità per l’ambiente è aumentata e fortunatamente sono sempre di più le persone che considerano la possibilità di realizzare, nelle proprie case, ristrutturazioni eco compatibili. Una scelta sempre più diffusa è quella dell’energia solare che, tra l’altro, è agevolata da sovvenzioni, sconti e incentivi statali. Non tutte le zone sembrano adatte all’installazione di pannelli fotovoltaici ma sono veramente molte le possibilità di migliorare l’efficienza energetica degli impianti. La domanda, a questo punto, nasce quasi naturale: quali sono i costi e le variabili da considerare prima di un’installazione di un impianto fotovoltaico? Di seguito alcuni consigli: l’esposizione al sole delle pareti della nostra casa, l’inclinazione del tetto, lo spazio a disposizione per i pannelli e le condizioni del tetto. Queste sono tutte variabili da considerare e che influenzano il costo d’installazione dell’impianto. Considerate che una casa media necessita di un impianto solare di 5kW con un costo di circa 18.000/28.000 euro. E’ importate conoscere gli incentivi statali e i piani di finanziamenti/prestiti privati che gli istituti di credito mettono a disposizione. Questi incentivi sono diventati quasi d’obbligo per affrontare tale spesa. Molte volte anche organizzazioni no-profit mettono a disposizione delle borse di studio che incentivano la produzione di energia fotovoltaica. Il risparmio economico che si può avere è duplice: primo perché l’energia prodotta con il fotovoltaico diminuisce la domanda di energia elettrica tradizionale. Una seconda possibilità di risparmio avviene tramite il net metering o scambio sul posto (molto diffuso negli USA). Lo scambio sul posto, disciplinato dalla deliberazione dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, definisce la regolamentazione del meccanismo che consente di immettere in rete l’energia elettrica prodotta ma non immediatamente auto consumata, per poi prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi. Il servizio di scambio sul posto è regolato su base economica dal GSE in forma di contributo associato alla valorizzazione, a prezzi di mercato, dell’energia scambiata con la rete. Infine bisogna considerare anche l’incremento di valore sul mercato di una casa che possiede un impianto fotovoltaico. Ottimizzando i consumi energetici, sfruttando sconti e incentivi possiamo migliorare i nostri stili di vita e vedere reali cambiamenti economici e climatici. A noi la scelta!

Dal sito: www.bcasa.it
Comments