Notizie‎ > ‎

Efficienza e risparmio energetico: secondo uno studio di Edison l’Italia potrebbe risparmiare 6 milardi all’anno

pubblicato 28 set 2011, 02:54 da Sončna Elektrarna Fotovoltaika
E’ stato presentato, oggi, al Festival dell’Energia di Firenze, uno studio di Edison, secondo cui l’italia ha un potenziale   di circa 55 TWh di energia elettrica all’anno, ovvero potrebbe ridurre del 15-17% i consumi energetici totali con un risparmio equivalente di 5,8 miliardi di euro all’anno. Ciò richiederebbe investimenti pari a circa 35 miliardi di euro.

Per sviluppare investimenti in efficienza, ha spiegato quindi il direttore generale di Federutility, Adolfo Spaziani, “occorre però realizzare dei patti territoriali, un coordinamento da parte degli enti locali cui partecipino le ‘utilities”, ovvero le aziende dei servizi, ‘insieme alla ”rete industriale ed Esco (energy service company)”. “I dati – ha osservato – dimostrano la valenza strategica di tali investimenti, perché l’efficienza energetica è un’opportunità per il sistema Paese”

Lo studio presentato evidenzia come a  pesare maggiormente sui consumi energetici in Italia sono il settore residenziale e terziario (32,4% dei consumi) e quello dei trasporti. (32,2%). A seguire il settore industriale (27,3%), l’agricoltura (5,8%) e altre voci (2,4%).

Nel settore residenziale, la voce di maggior peso sui consumi e’ il riscaldamento che incide per i due terzi. Si puo’ intervenire su l’efficientamento delle caldaie e sull’isolamento degli edifici.

Nel settore dei trasporti un effettivo miglioramento dell’efficienza si otterrebbe aumentando il trasporto su rotaia e il trasporto pubblico su gomma allo scopo di diminuire il traffico urbano e di conseguenza il consumo della fonte primaria.

Nel settore industriale l’efficienza puo’ essere raggiunta attraverso interventi di energy saving e con l’installazione di motori ad alta efficienza.

In particolare, spiega Edison, nel settore industriale il potenziale di risparmio dei consumi energetici e’ di 22.800 GWh, ovvero una riduzione del 41% rispetto ai consumi attuali. Nel settore residenziale, la riduzione potrebbe essere di 20.240 GWh equivalente a un risparmio del 36%; nei servizi un risparmio di 12.000 GWh (-22%) e nell’agricoltura di 333 GWh (-1%).

I programmi di efficienza energetica, se attuati nel Paese, consentirebbero il taglio di circa 27,7 miliardi di tonnellate di CO2 all’anno.


Dal sito: www.ilsostenibile.it

Comments