Notizie‎ > ‎

Case, Gorizia supera Monfalcone

pubblicato 12 ott 2011, 00:07 da Sončna Elektrarna Fotovoltaika   [ aggiornato in data 12 ott 2011, 00:12 ]
I prezzi del capoluogo isontino per la prima volta più elevati rispetto alla città dei cantieri


GORIZIA. Il sorpasso. No, non ci riferiamo al capolavoro cinematografico di Dino Risi con un’ineguagliabile Vittorio Gassman protagonista. Il sorpasso si è verificato in campo immobiliare. Sì, a Gorizia le abitazioni nuove o ristrutturate costano più che a Monfalcone: il 7,6%, per la precisione. Ed è un fenomeno senza precedenti. Prima di oggi, era sempre capitato l’inverso: a far schizzare i prezzi in alto nella città del sindaco Altran era, ieri, l’altissima richiesta di case da parte dei trasfertisti. Oggi, invece, a far alzare le quotazioni nel capoluogo di provincia è il centro storico completamente rimesso a nuovo: la città piace di più.

Ma entriamo nel dettaglio servendoci dell’ultimo borsino della Fiaip, la più importante Federazione degli agenti immobiliari. A Gorizia, per un appartamento nuovo o ristrutturato si richiedono, nel centro storico, da 1.850 a 2.100 euro al metroquadro. Si è sfondata per la prima volta la soglia psicologica dei 2mila euro al metroquadro: lo scorso anno, tanto per avere la possibilità di un confronto, per la medesima abitazione venivano richiesti dai 1.500 ai 1.650 euro al metro quadrato. A Monfalcone - nella stessa fascia - gli importi quest’anno vanno da 1.450 a 1.950 euro: inferiori, dunque, a Gorizia. Lo scorso anno, sempre nella città del sindaco Altran, venivano richiesti dai 1.450 ai 1.900 euro.

A Gorizia, si è costruito molto negli ultimi tempi. «E il livello qualitativo degli immobili di nuova costruzione è enormemente cresciuto - la recente analisi di Pierluigi Sardelli, presidente provinciale della Fiaip -. Si parla di antisismico, di energetico, di fotovoltaico e solare, di cappotti esterni, di certificazioni e protocolli energetici ed ambientali ed altre importanti migliorie sotto l’aspetto energetico e quindi economico ed ambientale che, conseguentemente, hanno naturalmente comportato aumenti dei costi di costruzione. Si è quindi sempre più ampliata la differenza qualitativa tra gli immobili nuovi e quelli di vecchia costruzione e ciò ha comportato il non-aumento dei prezzi dei secondi, rimasti assolutamente stabili». Va anche detto che, comunque, Gorizia ha i prezzi delle case più bassi della nostra Penisola. E, infatti, le quotazioni delle case in buono stato o abitabili sono rimaste quelle dell’anno passato: a Gorizia vanno da 850 a 1.250 euro al metro quadrato mentre a Monfalcone il loro prezzo oscilla dagli 800 ai 1.100 euro, chiaramente sempre al metroquadro. Va detto che si tratta di indicazioni di valori medi che gli immobiliaristi hanno rilevato nella loro attività di ogni giorno.

Ma come sta andando le trattative in campo immobiliare? Per analizzare l’andamento del mercato dell’ultimo semestre, considerando il numero delle transazioni registrate, possiamo affermare che Gorizia, intesa come Comune, ha segnato stabilità rispetto al semestre precedente ma il centro storico rimesso a nuovo darà indubbiamente nuovo slancio e ottimismo. La provincia - concludono gli immobiliaristi - ha manifestato lo stesso andamento del mercato immobiliare nazionale, ossia debole incremento delle vendite all’inizio del 2011 rispetto l’anno precedente ma non si è avverata la tanto attesa solida ripresa costante nel tempo.

di Francesco Fain

Dal sito: ilpiccolo.gelocal.it


Comments